L’agricoltura digitale è già qui, e tu sei pronto?

È un mondo digitale. Man mano che la tua azienda agricola si espande, le vie per attirare dipendenti e connettersi con i clienti si stanno progressivamente spostando verso nuove piattaforme. Sicuramente avrai un sito web e avrai avuto a che fare con i social media, ma è possibile trasformare il tuo business agricolo per distinguerti dalla massa?

Social media, big data e intelligenza artificiale sembrano mondi lontani dal settore agricolo, eppure questi strumenti lo hanno già invaso e si sono ritagliati spazi sempre più ampi. Bastano pochi esempi per capire come il settore agricolo stia cambiando radicalmente. A dominare il panorama, infatti, sono le App per dispostivi mobili che aiutano nel calcolo di dosaggi, assistono i macchinari, permettono di pianificare e rivedere metodi, oltre a permettere la consultazione di guide ed enciclopedie ortofrutticole sempre a portata di mano. Altre risorse di grande interesse sono mappe Gps, droni e le più note tecniche “di precisione” che analizzano e registrano in maniera intelligente i dati da sensori di campo al fine di ottenere produzioni migliori ad un costo inferiore. Si tratta di innovazioni rilevanti, in grado di portare benefici concreti alle tasche degli agricoltori come te, ma anche all’ambiente e alla qualità dei tuoi prodotti.

La tecnologia è sicuramente elemento indispensabile per una produzione sostenibile, destinata a valorizzare la biodiversità, le specificità territoriali, la qualità e la sicurezza degli alimenti. Ma, come saprai, innovare – e quindi parlare di agricoltura digitale – non vuol dire soltanto usare strumenti digitali in agricoltura.

Preso atto anche che entro il 2019 il cosiddetto “quaderno di campagna” – documento essenziale di ogni frutticoltore – dovrà essere digitale, e che nel 2020 il trattore autonomo ed intelligente gestito da app sarà operativo nelle nostre campagne, la comunicazione gioca ora un ruolo fondamentale per il futuro prossimo dell’agricoltura.

Sulle nostre tavole c’è un nuovo orientamento. Ci sono nuovissime tematiche approdate alla platea dei consumatori anche in virtù di nuovi stili di vita che pongono il cibo e il bere al centro di scelte, comportamenti, linguaggi. Tanti gli esempi eccellenti che, lavorando su queste, si sono tramutati in grandi risultati sul territorio nazionale.

Le attuali tendenze sono la biodiversità, la sostenibilità, il territorio: in una parola, cultura. Cultura che va diffusa, anche fuori dalle cerchie di settore e con un approccio narrativo, che contribuisca a offrire emozioni e attragga maggiore interesse. Al fine di connetterti con le persone e incoraggiare i tuoi dipendenti, presenti e futuri, in quella che sarà la tua sempre-più-florida attività.

Per questo occorre comunicare al meglio i tuoi valori dentro e fuori dalla filiera, stimolare la crescita in questa direzione e in maniera inclusiva estendere questo percorso in salita a tutti i diversi soggetti coinvolti. Oggi, più di ieri, le strategie di comunicazione ‘smart’ e l’interazione con le persone sono la chiave per la crescita o il declino dell’azienda agricola. Il primo passo è esserne pienamente consapevoli. Ora, rimbocchiamoci le maniche!